Morbidezza:
la bellezza di una carezza

Il Salone Del Mobile ci ha mostrato che il design è forma, eleganza, bellezza, ma è anche matericità. La morbidezza in quest’ottica diventa un concetto non solo accessorio ma centrale, basilare, investito dell’importante compito di “emozionare” e coinvolgere oltre l’estetica.

Come una carezza su un viso morbido e setoso, la mano indugia sulle preziose pelli, sui velluti cangianti e sulle trame raffinate. Vista e tatto convergono regalando confort e indiscusso piacere.
La qualità dei materiali incontra la maestria di lavorazioni artigianali e tradizionali per dare vita a vere opere d’arte da toccare. 

Come nel caso dei preziosi tessuti Missoni Home, capaci di catturare e incantare lo sguardo per poi coinvolgere anche il senso del tatto, o le raffinate e soffici poltrone Natuzzi le cui forme morbide e voluttuose anticipano visivamente le sensazioni del tocco.

O ancora nelle lussuose pelli scamosciate di Poltrona Frau, di tendenza declinate nella tonalità Pantone del 2017 - verde greenery - come quelle dei divani Chateau D’Ax, o quasi impalpabili come quelle dei divani a lavorazione capitonnè di Baxter.