Il benessere

A cura di Alessandra Airò

Il benessere: quel sentirsi bene nella propria pelle a prescindere dal resto. A prescindere dai vestiti, dall’aria troppo umida o dal freddo che sta arrivando.

A prescindere dal colore che andrà di moda questa stagione, dalla canzone del momento che non possiamo fare a meno di canticchiare sottovoce e che tra due settimane avrà lasciato spazio ad un’altra storia, delle cose da fare (sempre troppe e sempre in troppo poco tempo).

Il benessere che cerchiamo di raggiungere e a cui aspiriamo che altro non è che sentirsi a proprio agio – vere, senza remore e senza troppi trucchi - non avere paura della propria persona e di quell’immagine riflessa nello specchio che troppe volte non risponde all’idea che abbiamo di noi (noi, così indulgenti con gli altri e così severe nei confronti della nostra natura).

Il benessere fatto di una serata trascorsa a casa con la felpa del cuore – quella lunga sulle maniche e un po’ sdrucita - a leggere un libro,

di avocado schiacciato sul pane tostato con un uovo in camicia e una spolverata di pepe, di una lezione di bikram yoga con l’amica del cuore.

Il benessere fatto di una passeggiata nel parco la mattina per far respirare i pensieri, di una crema idratante massaggiata sul viso a fine giornata come a volerci regalare tempo, di un bicchiere di vino rosso tra una parola e un bacio e di nuovo tra un bacio e una parola.

Il benessere fatto di una sessione di addominali ma senza prenderci troppo sul serio, del film preferito visto e rivisto e ancora una volta, di una notte con due gocce di olio alla lavanda sul cuscino per fare sogni belli, di un crulble alle mele con tanta cannella nel forno, di capelli lasciati liberi di essere ciò che sono, di un luogo che senza definire con troppa precisione il dove e il quando ci piace identificare come casa.